Pietre d’inciampo – la memoria non si rimuove. Insegna.

Roma, 12 dicembre 2018
Una delegazione della Sezione ANPI Adele Bei si è recata presso il luogo dove sono state rimosse venti “Pietre d’inciampo” che ricordavano lo sterminio di altrettante persone deportate ed uccise dai nazisti ad Auschwitz-Birkenau ed alle fosse Ardeatine.
E’ stato un gesto simbolico per rendere visibile, fisicamente e pacificamente, la reazione democratica ad una provocazione proditoria.
Quelle “Pietre” rappresentano l’orrore praticato dai nazifascisti a persone innocenti ed inermi. La loro rimozione rappresenta una vera e propria violenza commessa con lo stile standard di chi è vile e non ha maturato una coscienza civile e democratica.
Verranno ricollocate! E continueranno a ricordare ciò che è successo affinché non accada mai più.

Annunci