Immagine

25 aprile

25 aprile

Immagine

2-3 aprile 2016, CONGRESSO PROVINCIALE ANPI ROMA

Pubblicazione3

Nota di Gabriele Cioncolini sulla distruzione della targa dedicata ad Adele Bei

Inqualificabile gesto vandalico da parte dei nemici della Democrazia che ancora una volta colpiscono simboli della nostra storia della Resistenza e della lotta di Liberazione contro la stagione del nazi-fascismo nel nostro Paese.

Nelle vicinanze di Ponte Milvio a Roma è stata distrutta la targa dedicata ad Adele Bei, una straordinaria donna, Partigiana, comunista e protagonista della Costituente.

Lo Spi-Cgil nazionale, chiede che venga fatta piena luce sul grave episodio ed esprime tutta la partecipazione e la solidarietà ai compagni della sezione Anpi-Cgil, anche perché questa nostra sezione Anpi è intestata a questa pretigiosa donna.

Bisogna rendere a tutti i livelli, politici, istituzionali, sindacali, più attenta la nostra vigilanza quotidiana contro chi aggredisce, con logiche fasciste vecchie e nuove, i valori della nostra storia democratica, e lo Spi Cgil nella sua cultura di sindacato di lotta e di memoria, forte del patto generazionale con i giovani, sarà sempre costantemente impegnato sui valori della Resistenza, dell’antifascismo e del significato storico che ha avuto la Liberazione e la conquista della Repubblica nel nostro Paese.

Per il Progetto memoria

Gabriele Cioncolini

Distrutta la targa dedicata ad Adele Bei

Roma, 16 marzo 2016

Distrutta la targa dedicata ad Adele Bei

La Sezione ANPI Adele Bei e la CGIL Nazionale condannano il gesto vile ed inqualificabile con il quale è stata distrutta, nei pressi di Ponte Milvio, la targa dedicata ad Adele Bei, Partigiana e donna della Costituente.

Chiediamo che venga fatta piena luce sull’episodio affinché siano accertate le responsabilità per comprendere quali mani hanno potuto macchiarsi di tale atto ignobile e dare un segnale inequivocabile di intransigenza di fronte a fatti di questo tipo.

Le istituzioni non possono limitarsi a prendere atto di un episodio che colpisce un valore imprescindibile della nostra democrazia: la Resistenza e l’Antifascismo. Bisogna ripristinare immediatamente ciò che è stato devastato, dotarsi di strumenti più efficaci per tutelare i richiami alla memoria e produrre sempre più occasioni di riflessione su ciò che è stata la Liberazione per il nostro paese.

          Lorenzo Mazzoli                                             Susanna Camusso

Presidente Sez.ANPI A.Bei                          Segretario Generale CGIL

http://www.anpiroma.org/2016/03/targa-partigiana-distrutta-ponte-milvio.html

Galleria

Documento politico II Congresso sezione Anpi Adele Bei

II Congresso Sezione ANPI Adele Bei Documento Politico Il II° Congresso ANPI Sezione Adele Bei, tenutosi in data 1° marzo 2016, evidenzia la gravità e particolarità della situazione internazionale (l’Heidelberg Institute for International Conflicts Research, nel 2014 ha registrato 18 … Continua a leggere

Immagine

II Congresso sezione ANPI ADELE BEI

Congresso programma

Immagine

spi_giornata_memoria_file_leggero

Immagine

GIORNO della MEMORIA 27 gennaio 2016

Locandina Il figlio di Saul - iniziativa ANPI - CRAL - def

Tino Casali ci ha lasciato

Le compagne e i compagni della sezione ANPI Adele Bei si uniscono al cordoglio per la scomparsa di TINO CASALI, partigiano.

Riportiamo il messaggio di cordoglio dell’ANPI nazionale:

“Abbiamo appreso, con profondo dolore e commozione, della scomparsa di Tino Casali, partigiano, figura centrale nella vita dell’ANPI e dell’antifascismo italiano.

Nato a Milano il 25 aprile 1920, dopo l’8 settembre 1943, col nome August Colombanì, si batte con il maquis – il movimento di Resistenza e liberazione nazionale francese – nel Vaar-Collebrieres. Rientrato in Italia all’inizio del 1944,”Tino” (che sarà il suo nome di battaglia per tutta la Guerra di Liberazione), partecipa all’organizzazione dei GAP nel capoluogo lombardo. Nella primavera del 1944 si sposta nell’Oltrepò pavese. Prima comandante del Battaglione “Cosenz”, poi commissario della Brigata “Casotti”, “Tino” alla vigilia dell’insurrezione è il commissario della Divisione d’assalto “Antonio Gramsci”. Questa formazione di montagna sarà una delle protagoniste della Liberazione di Milano. Tino Casali è tra i fondatori, con Arrigo Boldrini e altri, dell’ANPI. Ne presiederà prima il Comitato Provinciale, per oltre mezzo secolo, e poi il Comitato nazionale dal 2006 al 2009. Figura di spicco della Milano democratica, ha rappresentato un saldo timone degli ideali e dei principi della Resistenza promuovendoli e presidiandoli in ogni sede, con la generosità, la forza di volontà e l’intelligenza politica che lo hanno sempre contraddistinto. Perdiamo con Tino, l’ennesimo e prezioso testimone di una decisiva stagione di libertà e fecondo amor di patria. Terremo alto il suo esempio e la sua lezione di vita e futuro: coerenza, responsabilità, passione civile. L’ANPI nazionale è vicina alla moglie Isa e agli amici e ai compagni che per tanti anni hanno condiviso con lui idee e battaglie”.

http://www.anpi.it/articoli/1439/lutto-per-lanpi-tino-casali-ci-ha-lasciato

Donne nella Resistenza

Locandina iniziativa def

La sezione ANPI Adele Bei ha organizzato alcuni momenti di approfondimento su aspetti legati alla storia straordinaria di donne che seppero dare un contributo fondamentale al movimento partigiano nella lotta contro il nazifascismo.

Dal 15 ottobre sarà allestita, presso la CGIL nazionale, in Corso d’Italia 25, una mostra storiografica che verrà inaugurata alle ore 16,00. Sarà presente Carlo Ghezzi, del Comitato nazionale ANPI.

Fino al 23 ottobre la mostra sarà visitabile, nei giorni feriali, per le visite esterne dalle ore 15.00 alle ore 17.00, per le strutture CGIL anche dalle ore 10.00 alle ore 12.00.

Tutti i pomeriggi, alle ore 15,00, verranno proiettati, presso la sala Simone Weil, film sulla Resistenza, provenienti dall’archivio AAMOD.

Martedì 20 ottobre dalle ore 16,00, nella sala Santi, si svolgerà una tavola rotonda alla quale parteciperanno Susanna Camusso, Segretario Generale CGIL, Carlo Smuraglia, Presidente ANPI,  Marisa Rodano, Partigiana. Interviene Gloria Chianese, storica, Comitato scientifico della Fondazione Giuseppe Di Vittorio ed un rappresentante del Comune di Roma. Introduce Lorenzo Mazzoli, presidente della sezione ANPI Adele Bei. La mostra esposta presso la CGIL nazionale verrà presentata da Ornella Ravaglia, che ne è ideatrice e curatrice.

In allegato:

Programma e Locandina mostra e Locandina iniziativa def Locandina iniziativa def 20 ottobre.